Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Richiesta arruolamento -calcioscacchi-
Ven 14 Giu - 10:44:12 Da calcioscacchi

» MI DICONO CHE!
Lun 3 Dic - 5:45:09 Da mapez_94

» DA VEDERE assolutamente
Lun 3 Dic - 5:39:09 Da mapez_94

» la spesa dei moderni
Mar 31 Lug - 20:16:46 Da blackburn_ita

» sanremo i soliti idioti
Mar 31 Lug - 19:33:53 Da blackburn_ita

» inseguimento smmart nera
Mar 31 Lug - 19:13:01 Da blackburn_ita

» mi fai muro
Mar 31 Lug - 19:09:53 Da blackburn_ita

» er fiodena
Mar 31 Lug - 19:07:12 Da blackburn_ita

» i soliti idioti
Mar 31 Lug - 18:54:09 Da blackburn_ita

Novembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calendario Calendario

Chi è online?
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 86 il Lun 28 Mag - 16:01:04

Feticismo della Violenza nei videogame

Andare in basso

Feticismo della Violenza nei videogame

Messaggio Da Cygaro il Gio 14 Giu - 10:44:50

Leggete questa news di Multiplayer.it

Il tema che più di tutti sta facendo discutere dell'E3 2012 è quello della violenza presente nella maggior parte dei filmati mostrati in fiera, soprattutto durante le conferenze. Il problema ovviamente non è di tipo morale, ma contenutistico. Non è difficile affermare che se hai solo sgozzamenti ed elicotteri che scoppiano da mostrare, i tuoi prodotti potrebbero nascondere un vuoto pneumatico di creatività che non compenserai certo con gli schizzi di sangue. Ma in fondo l'industria videoludica si è data come modello Michael Bay, il che non poteva portare che sulla strada della decadenza totale.

Negli ultimi giorni sono emersi dei dissensi a questa situazione. Non ultimo quello autorevole di Warren Spector, veterano dell'industria cui dobbiamo capolavori come Deus Ex. Il nostro non ce l'ha con la violenza in sé, di fatto presente nei suoi titoli più famosi e da sempre presente nei videogiochi, ma con il "feticismo della violenza" che sta emergendo negli ultimi titoli tripla A. Insomma, la violenza, come poi la sessualità, viene trattata in forme adolescenziali, con impalamenti e sgozzamenti in slow motion che servono solo a dare un po' di gioia agli adolescenti frustrati.

Per Spector è probabile che questo modo di trattare i contenuti si rivelerà un danno per l'industria sul lungo periodo e causerà dei problemi. Non dice quali ma, leggendo il resto, crediamo di capire che tema la ghettizzazione del medium, come è avvenuto negli ultimi anni per altre forme espressive.

In calce nella pagina di M.it trovate anche il link all'intervista a Warren Spector.

Che ne pensate?
A me fa riflettere... credo abbia ragione e credo di essere anche io ogni tanto coivolto da questo piacere per una violenza qui definita "adolescenziale". Ci farei rientrare anche un Max Payne...

Vorrei sentire opinioni sia dei vari adolescenti, ma anche di chi giocava da adolescente quando il panorama dei videogame era diverso.
avatar
Cygaro

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.05.12
Località : Palermo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Feticismo della Violenza nei videogame

Messaggio Da andrea-drift il Gio 14 Giu - 17:30:33

che ci possiamo fare? la maggior parte dei videogiochi ha un contenuto violento,ormai si potrebbe dire che " conviviamo" con la violenza,ci abbiamo fatto l'abitudine,faccio 100 uccisioni al giorno con BF3 ma non dò peso a ciò

andrea-drift

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 20
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Feticismo della Violenza nei videogame

Messaggio Da BuSeZ_97 il Ven 15 Giu - 17:38:14

I giochi sono diventati sempre più violenti di generazione in generazione.
Nella ormai vecchia PS1 i giochi veramente violenti praticamente non esistevano, semplicemente perchè all' epoca la pubblicità dei videogiochi non era diffusissima, veniva fatta la pubblicità per lanciare le console, uno dei primi giochi che ottennero uno spazio pubblicitario fu CRASH BANDICOOT seguito da TOMB RAIDER, ma veniva mostrato di fianco alla console così:

Il primo gioco non proprio violento fu questo:

che fu anche il mio primo gioco per PS1 insieme ad ABE'S OBESWORLD.
Passando alla PS2 nei primi anni di vita della console SONY non cerano giochi violentissimi, al massimo c'era JAK and DEXTER in cui la violenza stava nel tirare calci e pugni ai LARKER.
Poi negli anni a venire spuntarono titoli violentissimi come GOD OF WAR o da parte di MICROSOFT GEARS OF WAR.
Infine arriviamo all' generazione attuale dove ogni anno i titoli sono sempre più violenti basti guardare titoli come GOD OF WAR (più violento di prima) Dante's inferno, F.E.A.R, GTA, MEDAL OF HONOR, oppure basti guardare quest' anno THE LAST OF US che è sviluppato dalla NAUGHTY DOG che è la stessa che ha creato: CRASH BANDICOOT e JAK and DEXTER, ciò vi fa capire quanto gli sviluppatori puntino a titoli sempre più violenti.
avatar
BuSeZ_97

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.05.12
Età : 21
Località : Venezia

Visualizza il profilo http://battlelog.battlefield.com/bf3/it/soldier/BuSeZ_97/stats/3

Torna in alto Andare in basso

Re: Feticismo della Violenza nei videogame

Messaggio Da Cygaro il Sab 16 Giu - 11:57:12

Uhmm. Intanto grazie per le informazioni.
Tuttavia il problema qui non è la "violenza"... che in una certa ottica può essere anzi integrata in un gioco per aumentarne "realismo", "coerenza", "coinvolgimento". Il problema è quando è fine a se stessa e quando per vendere un gioco si punta molto su questa... senza contestualizzarla.

Prendiamo l'esempio di The Last of Us. Lì c'è della violenza ma non è "divertente" ma è frutto della tensione e della paura dei protagonisti.

Molti personaggi di videogiochi invece si presentano davanti alla violenza con assoluta indifferenza. Gears of War, che mi è piaciuto molto, è un gioco in cui la violenza è un "divertimento". Quasi idem con patate per Max Payne.

Anche se ci spingiamo sempre più nel fotorealismo, se i videogame sono sempre più vicini ad essere un nuovo media tra cinema e gioco, la direzione intrapresa sembra quella di omologare un po' tutto e rendere personaggi, storie e situazioni, lo stesso gameplay... sempre più piatti. Così secondo me non ci sarà più spazio per una violenza funzionale a qualcosa ma come normale parte di un videogioco... Se non c'è nessuno da uccidere che giochi a fare?
Ad oggi quanti giocherebbero ad un CrashBandicoot... non moltissimi.
Molti giocano principalmente sparatutto. E i giochi che non erano sparatutto lo diventano...
Spero che si segua l'esempio di persone come Cage o come sh Naughty Dog.
avatar
Cygaro

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.05.12
Località : Palermo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Feticismo della Violenza nei videogame

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum